Linoleografie

E’ sotto la guida di Alberto Nobile che Risso inizia a realizzare incisioni e come primo supporto da incidere utilizza il linoleum. Un materiale economico, facile da reperire e da incidere. La matrice viene incisa con sgorbie affilate e si scavano le parti che resteranno bianche. Il risultato è molto simile alla xilografia. Risso impara a padroneggiare la tecnica e sperimenta varie soluzioni di stampa arrivando a ottenere effetti bidimensionali tramite la stampa ripetuta della stessa matrice sullo stesso foglio, ma posizionandola leggermente sfalsata. Inoltre, eseguendo la seconda stampa quando la prima è ancora fresca, ottiene una miscelazione dei due colori con effetti casuali, ma interessanti.