Opere recenti

Risso ha sempre sentito forte il desiderio di ricercare nuove tipologie espressive. Partito dal figurativo si è gradatamente spostato verso l’informale, per poi tornare a realizzare opere in cui la presenza realistica era sempre più importante. Queste sue due “anime” si fondono e trovano il naturale compimento negli ultimi suoi lavori. Una summa di tutto quello che ha fatto parte del suo mondo espressivo, si fonde, dando vita a superfici completamente astratte in cui si apre una sorta di schermo, un’istantanea, uno squarcio di un realismo a volte quasi fotografico. Riappaiono così i suoi consueti oggetti che lo circondano nello studio, i ritratti, e ultimamente frammenti di opere d’arte più o meno sconosciuti che nei suoi lavori acquistano nuova vita e vengono talvolta riscoperti.
Sono quasi sempre tecniche miste che gli permettono di sfruttare il meglio di ognuna di esse e nelle quali si inseriscono, spesso, zone matericamente rilevanti. Ancora una volta, Risso, non si è accontentato dei riconoscimenti acquisiti, ma ha voluto rimettersi in gioco e continua a farlo tutt’ora.